Studio preliminare sul possibile utilizzo del sistema Uro-Quick per l’esecuzione rapida di antibiogrammi su ceppi provenienti da reparti di terapia intensiva

Main Article Content

Elisabetta Pezzati
Sonia Marengo
Clara Cassanelli
Simone Cagnacci
Fabrizio Cavallini
Anna Marchese
Eugenio A. Debbia *
Simona Roveta
(*) Corresponding Author:
Eugenio A. Debbia | eugenio.debbia@unige.it

Abstract

L’Uro-Quick, un sistema automatizzato ampiamente utilizzato per lo screening delle batteriurie sui campioni d’urina, è stato precedentemente impiegato per la valutazione della sensibilità agli antibiotici negli uropatogeni e per l’identificazione di resistenze ben caratterizzate veicolate da diverse specie batteriche. In questo studio sono stati esaminati utilizzando la metodica classica Kirby-Bauer per la determinazione dell’antibiotico sensibilità patogeni isolati durante il periodo settembre 2003 - marzo 2004 in reparti di terapia intensiva di un grande ospedale italiano e i risultati sono stati confrontati con quelli ottenuti con il nuovo sistema rapido Uro-Quick. L’antibiotico (in concentrazione appropriata) è stato introdotto in una cuvetta Uro-Quick contenente 2 ml di Mueller-Hinton brodo, successivamente sono stati addizionati 0.5 ml di sospensione del ceppo da saggiare (5x105 CFU/ml). Una cuvetta priva di farmaco è stata utilizzata come controllo. Dopo 3 o 5 ore di incubazione (per i ceppi Gram-negativi o Gram-positivi rispettivamente) i risultati sono stati interpretati nel seguente modo: l’assenza di sviluppo indicava sensibilità, mentre una curva di crescita analoga a quella del controllo rappresentava un ceppo resistente. I microrganismi Gram-negativi sono stati saggiati con ciprofloxacina (CIP), ampicillina (AM), piperacillina (PIP), aztreonam (ATM), amoxicillina-clavulanato (AMC), piperacillina/tazobactam (TZP), imipenem (IPM), ceftazidime (CAZ), cefotaxime (CTX), cefepime (CFP), cefuroxime (CXM), ceftriaxone (CRO), amikacina (AN), gentamicina (GM) e trimethoprim-sulfametossazolo (SXT). I Gram-positivi, invece, sono stati saggiati con ciprofloxacina (CIP), clindamicina (CM), eritromicina (E), rifampicina (RA), ampicillina (AM), penicillina (P), oxacillina (OXA), imipenem (IPM), gentamicina (GM), streptomicina (S), tetraciclina (TE), trimethoprim – sulfametazolo (SXT), vancomicina (VA) e linezolid (LZD). Sono stati esaminati 197 ceppi Gram-negativi con una concordanza media del 93.9% e 251 Gram positivi, con un accordo del 95.6% tra le due metodiche. Nei confronti di Stafilococchi, Enterococchi e membri appartenenti alla famiglia dell’Enterobacteriaceae è stato sempre riscontrato un accordo superiore al 90% tra sistema Uro- Quick e Kirby-Bauer. Sulla base di questi risultati l’impiego del sistema rapido Uro-Quick nelle infezioni nosocomiali gravi si rivela un valido aiuto consentendo di determinare rapidamente (3 o 5 ore) la sensibilità agli antibiotici ed instaurare in tempi brevi la terapia più efficace.

Downloads month by month

Downloads

Download data is not yet available.

Article Details

Most read articles by the same author(s)

1 2 3 4 > >>